Parrocchia 
Santi Angeli Custodi

Francavilla al Mare - Chieti

Diversità = libertà (e viceversa)

Diversità = libertà (e viceversa)

Inizi a sentirti libero quando smetti di guardare gli altri per sentirti bello

Stavo scrivendo un post su Instagram questa mattina quando mi son trovata a fare questa riflessione: 

 

Inizi a sentirti libero quando smetti di guardare gli altri per sentirti bello

 

Oggi, 25 aprile, stavo pensando alla libertà e al significato che questa parola oggi ha per me. Ho richiamato alla memoria la giornata di ieri, la distribuzione delle tute ai ragazzi diversamente abili dell’Associazione Orizzonte ODV con cui collaboro… e... ho ricordato la sensazione di benessere che avverto ogni volta che sono in mezzo a loro.

Il diverso

Spesso, il "diverso" ci destabilizza mettendo in dubbio le nostre certezze. Nell’insicurezza che la diversità ci fa avvertire, fin da bambini iniziamo a lavorare su noi stessi per omologarci alle persone che ci circondano. (Una fatica immane spesso!!!)

 

Provate un momento a fare mente locale. Quante energie ogni giorno investite per avvicinarvi ai modelli che vi circondano: estetici, professionali, sportivi… In ogni contesto, se vi fermate a riflettere, vi accorgerete che esiste uno stile al quale tutti tendono ad uniformarsi.

weather vane 1209398 1920

Da elemento di disturbo...

Immaginate di entrare all’interno di una sala riunioni e di essere gli unici ad indossare un vestito chiaro. Intorno a voi, solo abiti scuri. E’ primavera magari, ma, chissà perchè, soltanto Voi avete scelto di usare un completo panna, tutti gli altri indossano tailleur neri. Come vi sentireste?

Forse in un primo momento vi potrebbe anche venire in mente l’idea di tornare a casa a cambiarvi.

balloons 1012541 1920

...a risorsa

Quando ero piccola facevo nuoto agonistico. Mi allenavo 6 giorni a settimana ed il cloro in pochissimo tempo consumava i costumi, così era necessario acquistarne sempre di nuovi. Tutte nella squadra indossavamo “Arena”, la marca che andava di moda in quegli anni e nessuna di noi aveva mai provato a cercare un’alternativa (magari più economica). Un bel giorno mia madre, entrando in un nuovo negozio di articoli sportivi, trovò un brand sconosciuto che costava un terzo e decise di farmi un regalo. Ricordo come se fosse ieri la vergogna che mi assalì quando indossai un costume “diverso” da quello delle mie compagne. Mi sentivo osservata, giudicata, isolata… eppure, dopo pochi mesi, anche le altre amichette si “omologarono” a me. 

 

Se in un primo momento il mio costume era stato un elemento di disturbo, una voce fuori dal coro… poi si era rivelato, per l’intero gruppo: una risorsa, una rottura di schemi, un rompere un’abitudine non funzionale.

 

Essere uguali agli altri ci dà l’illusione di essere più forti, più giusti, migliori.

...eppure, se investiamo tutte le nostre energie per essere come gli altri ed abbattere dunque quella distanza fisiologica, biologica, naturale, chiamata diversità, come possiamo dare spazio alla nostra creatività, apertura, individualità?

giraffes 35518 1280

Come affrontare la diversità

La diversità non va temuta, ma, al contrario: difesa, nutrita, allenata, enfatizzata, accudita. Anche se a volte ci fa sentire soli e sbagliati!!! 

Iniziamo da noi stessi e poi con i bambini che ci sono accanto, fin da quando sono piccoli. 

Come si fa a spiegare a un ragazzino che viene bullizzato per il suo aspetto, la sua stravaganza, la sua fragilità che è il più fico di tutti?!! Insegnandogli a usare il suo “essere speciale” come un superpotere contro i prepotenti. 

...e dando l’esempio nel nostro quotidiano che non essere come gli altri non vuol dire essere peggiore o migliore. 

Diversità = libertà

Ecco che allora la diversità può essere intesa come pluralità di facce, di colori, di lingue, di credo, di culture. Diversità anche come intuizione, fantasia, complessità individuale, capacità di vedere la realtà secondo altri punti di vista e nuove prospettive... Diversità come capacità di  uscire dai soliti schemi, di cambiare direzione: magari andando nel verso opposto a quello degli altri seguendo la voce del cuore e dell’intuizione.

Mafalda2

Diversità come libertà dunque, di essere veramente ed autenticamente ciò che siamo. Se io mi accetto per quello che sono, con le mie caratteristiche, i miei difetti... allora sì che mi sentirò finalmente libero di potermi esprimere senza la paura del giudizio (mio e degli altri)!!!

 

Giulia Di SipioScritto da Giulia Di Sipio, Diplomata in Counseling Relazionale (Iscrizione albo nazionale An.Co.Re n°275), specializzata in Counseling Gastronomico, Consulente Genitoriale, da anni collabora come volontaria presso l'Associazione Orizzonte (www.associazioneorizzonte.it)  per facilitare l'inclusione e l'autonomia dei ragazzi diversamente abili, promuovere iniziative volte a sostegno delle famiglie con disabilità e potenziare le occasioni di lavoro per una buona genitorialità.  
Dal 2020 collabora con la Parrocchia degli Angeli Custodi per offrire un supporto pratico ed emotivo a chi ne sente il bisogno. 
Responsabile e referente dello Sportello di Ascolto “La famiglia al centro” e “Ascoltiamoci” , per informazioni e appuntamenti  📞+39-347-1692195

 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.